scorta esausta
Minimum purchase quantity
The minimum purchase quantity is not reached

 

NEWSLETTER

Tenetevi informati tutti i mesi sulla nostra attualità :

PARTNERS

 

CD audio di musica meccanica : CD audio "L'organo meccanico Limonaire" - Melodie di questo CD audio di musica meccanica "L'organo meccanico Limonaire" : Vedere il dettaglio

CD audio di strumenti di musica meccanica : CD "L'organo meccanico Limonaire" - Codice di questo CD audio di strumenti di musica meccanica : CD-07

foto non contrattuali

Nuovo 20.00 IVA INCLUSA

Prodotto non disponibile

Back in stock notification
Receive an alert by email when your choice is in stock
Your e-mail*:

Invia questa pagina a un amico

Dettagli prodotto

CD audio di musica meccanica : CD audio "L'organo meccanico Limonaire".

 

CD audio di musica meccanica di 18 brani.

CD audio di musica meccanica : l'organo meccanico Limonaire.

 

Ascoltate 2 brani di questo CD audio di musica meccanica : Valszermusette / Marcia di Radetzky

 

Codice del CD audio di musica meccanica : CD-07

 

Melodie del CD audio "L'organo meccanico Limonaire":

1/ E’ Parigi (Vincent Scotto) 2/ Sulle onde (Juventino Rosas et Olivier Metra) 3/ I pattinatori (Emile Waldteufel) 4/ Espana (Pascual Marquina) 5/ Amare bere e cantare (Johann Strauss) 6/ Guillaume Tell (Gioacchino Rossini) 7/ Espana (Emmanuel Chabrier) 8/ Cavalleggeri (Franz von Suppe) 9/ La gazza ladra (Gioacchino Rossini) 10/ Vieux camarades (Carl Teike) 11Marcia della 2° D.B. (Victor Clowez) 12/ Sangue viennese (Johann Strauss) 13/ Tritsch-Tratsch polka (Johann Strauss) 14/ Valzer musette (Anonyme) 15/ Marcia di Radetzky (Johann Strauss) 16/ Ain't she sweet (Milton Ager et Jack Yellen) 17/ Tango di primavera (Jacob Gade) 18/ Hyper Fox Trot (Auguste Bosc).

 

 

Qualche cenno storico: Tre organi della collezione Paul Bocuse (grande organo Gaudin, Limonaire 52 tasti con xilofono e organo Dussaux) iinterpretano le più belle pagine della musica del XVIII e XIX secolo. E così delle melodie create da Vincent Scotto, Emile Waldteufel, Johann Strauss e Gioacchino Rossinivi fanno pensare, come lo scrisse così bene Prévert “che una festa paesana sarà facilmente più magica che un’infanzia senza carillon”